Parliamo di Jailbreak

Dopo avervi mostrato la procedura per eseguirlo su iOS 10.2, oggi faremo un focus su che che cosa è il Jailbreak, a che serve e se conviene ancora farlo.

Che cosa è il Jailbreak:

Il Jailbreak non è altro il termine con il quale si definisce la procedura di sblocco dei dispostivi iOS ma anche tvOS. Il nome Jailbreak (letteralmente rottura delle catene) apre il nostro iDevice, permettendoci di compiere azioni che Apple non ci permetterebbe assolutamente.

Cosa ci permette di fare?

Il Jailbreak può essere equiparato al root su Android, infatti grazie allo sblocco potremo installare applicazioni da Store alternativi (uno su tutti Cydia), modificare e personalizzare a nostro piacimento il nostro iOS tramite l’installazione di tweak.

Il Jailbreak non serve però solo a modificare, personalizzare o roba varia. Infatti se utilizzato correttamente potremo migliorare le prestazioni del nostro dispositivo e aumentare la nostra produttività.

Come si esegue?

Il Jailbreak non può essere eseguito su ogni versione software, questo perché Apple in ogni suo aggiornamento cerca di coprire il maggior numero di bug, così da evitare possibile exploit per eseguire il Jailbreak.

Basti pensare che oramai l’ultimo Jailbreak attualmente possibile è quello di iOS 10.2…

Nella storia il Jailbreak veniva eseguito grazie all’ ausilio del computer tramite programmi appositi. Negli anni abbiamo avuto Jailbreak possibile direttamente dal dispositivo, sia tramite Safari o applicazioni apposite.

Tipi di Jailbreak:

Untethered: Jailbreak purtroppo quasi in via distinzione. Qui il dispositivo è in grado di avviarsi patchando in autonomia il kernel. In questo modo il Jailbreak sarà ogni volta pronto.

Tethered: Il dispositivo per poter essere avviato ha il bisogno di un computer che tramite il programma del Jailbreak, carica il kernel.

Semi-Tethered: Il dispositivo è in grado di riavviarsi autonomamente, ma per poter abilitare il Jailbreak servirà un computer.

Semi-Untethered: Il dispositivo è in grado di riavviarsi in autonomia, ma per riabilitare il Jailbreak basterà lanciare l’applicazione utilizzata per effettuare il Jailbreak.

Rischi:

Chiaramente aprendo le porte del nostro dispositivo aumenta la possibilità di virus, anche sul nostro amato dispositivo. Comunque il rischio può diminuire con il corretto utilizzo, come ad esempio evitare l’installazione di applicazioni pirata, installare solo i tweak da fonti affidabili (tipo Cydia, ed installando solo i tweak originali, evitando quelli crackati). Altro consiglio è quello di disattivare SSH, o comunque di cambiare la password di default (alpine).

È legale?

La questione non uguale in tutti gli stati, infatti ad esempio in Italia non vi è nessuna legge in riguardo. Chiaramente se utilizziamo il Jailbreak per scaricare applicazioni piratate, la questione cambia.

Problemi con Apple?

Il Jailbreak invalida la garanzia, ciò vuol dire che In caso di problemi hardware, Apple può rifiutarsi di riparare il dispositivo seppur in garanzia. Tutto ciò può essere ovviato eliminando il Jailbreak, anche se teoricamente alcuni dati dello stesso potrebbe rimanere permanentemente.

Vale ancora la pena eseguirlo?

Di certo con il tempo il bisogno di eseguire Il Jailbreak è sempre meno, questo perché Apple nei ultimi anni sta sempre di più colmando le mancanze di iOS (in alcuni casi copiando funzioni disponibili già con Cydia). Basti pensare che il Jailbreak un tempo era strettamente necessario per far funzionare l’iPhone 2G con le sim italiane. O per aggiungere funzioni basilari come copia-incolla, MMS, Videocamera ecc.. ora come ora ad iOS non manca davvero niente o quasi. Ovviamente ciò dipende da utente ad utente, ma certamente il jailbreak forse sta perdendo utilità.

Come si rimuove il Jailbreak?

Il Jailbreak può essere rimosso del tutto tramite un ripristino in DFU tramite computer. Questo però comportare l’aggiornamento automatico all’ultima versione di iOS, quindi potrebbe tagliarvi fuori dal Jailbreak. Se invece voleste ripristinare il dispositivo mantenendo il Jailbreak, potete affidarvi a programmi come SemiRestore ad esempio.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...